sabato 10 ottobre 2015

Il tempo dell’Amore


giovedì 12 febbraio 2015

SAGGEZZA DELL'AMORE


martedì 3 febbraio 2015

ANIME IMMORTALI

"Le cose intorno a noi nascondono una realtà più profonda dove il tempo e lo spazio abituali perdono di senso".
"MESSAGGI DAI MAESRI" 
di BRIAN WEISS

giovedì 4 settembre 2014

SCELTA



“ Il fulcro del processo evolutivo è LA SCELTA. È il motore della nostra evoluzione. Ogni scelta che fatte è una SCELTA INTENZIONALE.(…)
Ciò che scegliete, con ciascuna azione e ciascun pensiero, è UN’INTENZIONE, una qualità della coscienza che attribuite alla vostra azione o al vostro pensiero.(…)
Non potete scegliere consapevolmente le vostre intenzioni finché non diventate consci di ciascuno dei diversi aspetti di Voi Stessi.”
GARY ZUKAV
A Voi…con Amore 
 AnnaMariA © 
      Stachurska            
 


LA VIA


A Voi…con Amore  
AnnaMariA
            Stachurska              

martedì 20 maggio 2014

TOBIAS “(…) Puoi procedere nella vita, libero (...)"



“(…) Puoi procedere nella vita, libero, senza più karma, senza più destino, svincolato anche dal sentiero che ti ha condotto sin qui, poiché oggi dai inizio a un nuovo risveglio. Sì, oggi puoi risvegliarti e realizzare che lo Spirito è sempre stato in te e che non c’è nessuna linea che ti separa da esso e dalle tue radici angeliche. Non ci sono ostacoli da superare. Non ci sono esami da passare. C’è solo da fare una scelta: sei pronto a manifestarti pienamente? Sei pronto a entrare nell’Io Sono di ciò che tu sei? Sei pronto a lasciare la via del passato per entrare in quel futuro che tu sceglierai di creare? In quanto è detto che il futuro è il passato risanato(…)” dal libro di  TOBIAS canalizzato da Geoffrey e Linda Hoppe “IL VIAGGIO DEGLI ANGELI”

martedì 17 dicembre 2013

La Co-Creazione secondo Kryon



)*(Stazione Celeste)
La Co-Creazione secondo Kryon
di Paola Magnani
(Traduttrice dei libri di Kryon)
La Co-Creazione è un’energia bellissima ed estremamente pratica. Un’onda che possiamo
cavalcare per realizzare la nostra vita. Una dinamica in movimento perpetuo che genera
continue manifestazioni.
Il concetto basilare della Co-Creazione secondo Kryon si fonda sul fatto che ciascuno di noi non è “tutto qui”, perché ciò che in genere pensiamo di essere e vediamo di noi è solo una parte del nostro vero e totale essere, che in realtà è multidimensionale. Quando ci incarniamo, il corpo che andiamo ad abitare non è predisposto a contenere tutta la nostra totalità multidimensionale; pertanto, una parte di questa “entità quantica” che dà origine alla nostra personalità sulla Terra (la nostra identità “storica”) resta “sull’altro lato del velo”, conservando e mantenendo sempre a nostra disposizione tutta l’esperienza e la saggezza e la conoscenza di tutte nostre vite precedenti, presenti e future [nello stato quantico non esiste il tempo]. Nelle prime canalizzazioni questa parte viene citata come “Spirito” o con il termine generico di “entourage”; successivamente Kryon spiega che si tratta anche di ciò che noi chiamiamo guide, angeli custodi, sé superiore, ecc.; poi, questo concetto si è ulteriormente espanso comprendendo anche “chi ci ha amato e lasciato” e le nostre parti multidimensionali.
Mentre siamo sulla Terra, la dualità in cui siamo immersi ci impedisce di ricordare e
riconoscere queste parti noi, perché ci identifichiamo automaticamente e piuttosto
esclusivamente con il nome e la storia che stiamo vivendo in questo nostro corpo attuale che
vediamo con gli occhi fisici. Però noi non siamo limitati a quello che vediamo allo specchio.
I punti della Co-Creazione
1.La Co-Creazione è vivere sapendo di essere sempre uniti e accompagnati da queste altre
nostre dimensioni di noi, che restano invisibili non solo agli occhi ma anche alla nostra
percezione cosciente; e la Co-Creazione viene attivata dal nostro “intento” di farle entrare nella nostra vita materiale e quotidiana. La Co-Creazione, quindi, si attiva quando esprimiamo una specifica e consapevole richiesta di collaborazione a queste parti di noi che, diversamente, non entrano nel merito delle nostre scelte (quella libera scelta che ha l’Essere Umano incarnato).
2. – Il nostro entourage (o lo Spirito, le nostre guide o angeli, ecc.) sa meglio di noi il perché
della nostra incarnazione. Un altro dei concetti chiave di Kryon collegati alla Co-Creazione è la
richiesta “Caro Spirito, dimmi ciò che devo sapere/conoscere”. Esprimere questa richiesta
dimostra che a) riconosciamo la presenza dello Spirito – b) riconosciamo che possiamo fare
meglio sotto la sua guida – c) riconosciamo che anche la realtà che ci circonda ha una
dimensione invisibile, per cui ci sono scopi o movimenti di cui non siamo consapevoli ma che
possono contribuire alla nostra realizzazione se riuscissimo a coglierli e utilizzarli.
In questo contesto, il termine inglese è “know”, che significa sia sapere (intellettualmente) che conoscere (fare esperienza). Quando noi esprimiamo questa richiesta, manifestiamo la volontà non solo di “sapere” o avere informazioni, ma anche di “conoscere”, cioè vivere e
sperimentare. Questo è un punto delicato, perché il nostro NOI multidimensionale ha una
visione della sua/nostra vita in funzione dell’esperienza dell’anima, quindi del suo benessere o sua realizzazione, e non è condizionato dai miti di successo, denaro e fama che governano una società improntata al consumo e alla soddisfazione egoistica. Pertanto, quando si fa questa richiesta bisognerebbe essere consapevoli che la risposta potrebbe anche non piacerci o non essere quella che ci aspettavamo, e non stupirci se invece di ricevere subito pace e serenità arrivano situazioni che ci impegneranno a “conquistare” la nostra pace e serenità. Tuttavia, anche in questo non siamo soli.
3. – La Sincronicità è uno degli elementi che comincia a presentarsi dal momento in cui
chiediamo di creare in collaborazione con le nostre parti multidimensionali. La sincronicità è
proprio la manifestazione del loro intervento: si alza una brezza così leggera da non essere
notata, ma che silenziosamente ci porta davanti le cose che dobbiamo affrontare o le cose che
ci servono per una realizzazione; incontriamo persone che non fanno parte della nostra
condizione precedente e che aprono porte e allargano orizzonti di comprensione; succede che
cose difficili diventino più facili e che le tigri sul nostro cammino si rivelino ombre di sagome di carta. Nell’ambito della sincronicità c’è la situazione win-win, quella condizione in cui le parti in causa invece di contrapporsi trovano accordo e soddisfazione reciproca. Questo è dato perché le parti multidimensionali di noi dialogano anche con le parti multidimensionali dell’“altro”, perché anche il supposto nemico o la persona fastidiosa o problematica ha una sua multidimensionalità e un suo scopo, non solo per essere su questa Terra ma anche per il
nostro incontro con lei.
Nel libro Sollevare il Velo, capitolo 14 [1], abbiamo la metafora dell’Angelo del Parcheggio,
che ormai molti utilizzano con successo. Qui viene spiegato come funziona questa specifica cocreazione win-win nel trovare uno spazio libero per l’auto in un centro commerciale di sabato pomeriggio. Kryon spiega che “si tratta di una danza sincronizzata fuori dal tempo e dallo spazio... Tutto ciò che l’Angelo fa è allineare la danza” tra la persona che sta uscendo dal
negozio perché ha concluso i suoi acquisti e la persona che sta cercando parcheggio. Durante l’evento che si è tenuto a Milano Marittima nel settembre 2013, riferendosi proprio a
questa metafora, Lee Carroll ha detto che l’Angelo del Parcheggio non è affatto un angelo, ma
una nostra parte multidimensionale che si attiva per il nostro “esplicito intento” di trovare uno spazio. È questo nostro “esplicito intento” che va ad attivare la nostra “intuizione” che,
automaticamente, ci porta là dove verrà a liberarsi il posto dove parcheggeremo la nostra
auto. E ciò vale per qualunque “esplicito intento”.
4. – Nella sincronicità intervengono sia le parti multidimensionali di NOI come anche le parti
multidimensionali degli ALTRI, perché nello stato quantico non c’è né tempo né spazio. Ecco,
quindi, che la tempistica della nostra Co-Creazione considera anche i tempi della Co-Creazione degli altri. Pur essendo in una dimensione win-win, dove tutte le componenti in causa trovano naturalmente armonia, sul piano terreno i tempi non sono uguali per tutti; così, se a livello quantico la realizzazione è istantanea (se anche non “già avvenuta” da prima), sul piano materiale ha dei tempi di manifestazione. Bisogna quindi rispettare l’opera dello Spirito confidando nel risultato.
5. – Ed è anche per questo motivo che Kryon ci dice di non dare regole e porre limiti allo
Spirito: fare la nostra richiesta, vedere il risultato finale e non suggerire “come deve essere
fatto” o avere aspettative. Infatti, noi possiamo ragionare solo per le esperienze vissute nel
nostro passato, non di rado origine delle questioni che dobbiamo risolvere. Bisogna confidare
che riceveremo da un piano “più alto” dove si ha una visione più ampia, tutte le istruzioni, i
suggerimenti, i sogni, le intuizioni, le sincronicità che “ci” permetteranno di realizzarlo nei modi più imprevedibili, e pertanto restare vigili e aperti, senza escludere nulla.
6. – Nella Co-Creazione ci sono anche le cose che non sono successe e che ci dimentichiamo di
“festeggiare”. Spesso ci lamentiamo per un qualche contrattempo che non ci ha permesso di
arrivare per tempo a fare quel che desideravamo fare. Ebbene, Kryon ci invita a considerare
che: a) forse non era opportuno che lo facessimo; b) talvolta il contrattempo ci blocca in una
situazione solo per permettere che altri elementi della nostra esperienza arrivino a
maturazione e la rendano, pertanto, più completa; c) è in atto un diverso disegno.
Nella Co-Creazione e nella sincronicità non c’è solo quello che vediamo, ma anche quello che
non vediamo e che forse non vedremo mai, come per esempio pericoli scampati o delusioni
evitate. La cronaca è piena di persone che hanno mancato quella che pareva un’occasione
imperdibile per poi felicitarsi di aver trovato di meglio. Manzoni l’ha definita la Provvida
Sventura – dinamiche che si muovono, potremmo dire, dietro le quinte e delle quali raramente siamo consapevoli. Essere connessi con le nostre parti multidimensionali e fidarsi della loro presenza, ci permette di riconoscere anche questi momenti di apparente “fallimento” o “sfortuna”, per inserirli in un quadro generale di più ampio respiro e maggiore perfezione dellanostra vita.
7. – Un altro punto chiave è la Risonanza Spirituale. Questo concetto è stato illustrato con la
metafora della sinfonia o del coro. Pur essendo ogni strumento perfetto e a sé stante, con
un timbro unico e meraviglioso, perfetto nella sua estensione di poche o molte ottave, quando
entra a far parte di un’orchestra la sua perfezione deve entrare in risonanza armoniosa con la
perfezione di tutti gli altri strumenti. In una sinfonia suonano tutti gli strumenti, ma suonano
seguendo il tempo e i modi richiesti dall’armonia del tutto. Nessuno che ama la musica o che
suona uno strumento giudica il pianoforte più importante di una tromba, anche se il pianoforte ha 88 tasti e la tromba solo 3 o 4; o la tromba più importante di un oboe, che ha una frequenza vibrazionale meno imponente.
Così, ci sono opere sinfoniche che richiedono un grande impegno ai violini e meno ai fiati, o un
impegno diverso a gruppi di strumenti diversi. Allo stesso modo, le voci in un coro si alternano o cantano insieme per creare la melodia, e se da un tenore o un soprano il punto di forza può essere l’acuto, di un basso o un contralto si apprezza la “gravità”.
Ogni nostra vita può essere paragonata a una sinfonia di cui noi siamo uno degli strumenti, a
volte siamo un violino, altre volte una grancassa o un ottavino. Ciò che è importante è essere il miglior violinista o percussionista possibile nella sinfonia che abbiamo scelto di interpretare, o fare sì che la nostra voce nel coro non sia “stonata”. Quindi, ciò che è importante è fare il
nostro meglio là dove siamo con quello che abbiamo.

lunedì 7 ottobre 2013

ARIEL è l'Angelo potente della Natura

“Cercate di liberarvi dalla concezione limitata che voi siete solo il vostro corpo e fondetevi con l’essenza delle cose. Cavalcate i venti che soffiano fra gli alberi, volate sulle ali del canto degli uccellini, invitate la potenza affascinante del prana a fluire in voi e a rinnovarvi: è lì pronta in ogni momento, aspetta solo che la prendiate!

ARIEL “Sotto le Ali degli Angeli”


lunedì 14 gennaio 2013

i 7 chakra principali - SEMINARIO INTRODUTTIVO SULLA RIFLESSOLOGIA PLANTARE

 SEMINARIO INTRODUTTIVO SULLA RIFLESSOLOGIA PLANTARE: 
GIOVEDÌ, 07 MARZO 2013 ALLE ORE 18:30
presso Emporio Brasil
 UDINE, IN VIA POSCOLLE 36/B
ENTRATA LIBERA E GRATUITA.
POTETE CONFERMARE LA VOSTRA PRESENZA, scrivendoci qui:
associazioneararajuba@gmail.com, telefonare allo 0432.1793327
Prenotazione presso Emporio Brasil o Facebook della Associazione
UN CARO SALUTO
Anna Maria Stachurska
 La Riflessologia Plantare è una terapia olistica; in quanto tale, non cura un disturbo o un organo specifico, ma considera l’essere umano come tutt’uno e presta attenzione alle interazione tra gli organi corporei e tra corpo e psiche. 
I° CHAKRA BASE- MULADHARA 
o “centro della radice” perché è posto alla base della colonna vertebrale.
Questo chakra è associato con la terra, regola il senso dell’olfatto, ed è anche centro dell’energia fisica e della vitalità.
Influisce su gambe, piedi, ossa, intestino grasso, colonna vertebrale e sistema nervoso. Le ghiandole endocrine sono le gonadi (i testicoli nel maschio e le ovaie nella femmina).
Quando questo chakra funziona a pieno ritmo, si carichi di FORZA  E VITALIÀ e si vuole vivere la vita pienamente. Quando il chakra della radice e “fiacco”, i livelli i energia sono bassi e non c’è entusiasmo per la Vita. 

II° CHAKRA  SACRALE - SWADISTHANA 
è situato a meta strada fra pube e l’ombelico.
Questo centro è collegato a emozioni quali TIMORE e ANSIA. Le ghiandole e gli organi influenzati quelli riproduttivi, la pelle, i reni, la vescica il sistema circolatorio e linfatico. Le ghiandole endocrine endocrine interessate sono le surrenali.
Quando questo chakra funziona bene, vengono attivati poteri psichici e intuitivi. Il malfunzionamento può causare in una donna, incapacità di raggiungere l’orgasmo durante rapporto sessuale e, in un uomo, eiaculazione precoce o incapacità a raggiungere l’erezione. Altri disturbi si possono verificare a livello dei reni e della vescica, del sistema circolatorio, del flusso mestruale e della produzione di liquido spermatico. 

III° CHAKRA DEL PLESSO SOLARE - MANIPURA
 è situato fra la dodicesima vertebra toracica e la prima lombare.
Questo chakra è IL CENTRO DELLA VITALITÀ  perché è qui che il prana  (l’energia cosmica che sale e prevale la parte superiore del corpo) e l’apana (l’energia che si muove verso basso e agisce nella zona del bacino) si incontrano, GENERANDO IL CALORE NECESSARIO PER SOSTENERE LA VITA.
Sul piano emotivo, questo centro è collegato con desiderio. È molto attivo nelle persone fortemente emotive, o che mancano di fiducia o coraggio.
Sul piano fisico, il chakra del plesso solare si rapporta alla digestione e all’assorbimento. Collegato ai polmoni, diaframma, stomaco, cistifellea e fegato ed è collegata alla parte endocrina del pancreas.
Un squilibrio in questo chakra può causare rapidi cambiamenti d’umore, depressione, introversione, letargia, digestione difficile e problemi dermatologici.
Quando il III° chakra funziona al pieno ritmo, si gode di una Vita emotiva profonda e appagante. 

IV° CHAKRA DEL CUORE - ANAHATA 
 è situato tra la quarta e quinta vertebra toracica.
Questo chakra è il centro dell’Amore. Tale sentimento può essere egoista, esigente, possessivo, opprimente, tenero o premuroso. Il pieno funzionamento di questo chakra ci rende capaci di NUTRIRE  UN AMORE SPIRITUALE CHE NON CHIEDE NULLA IN CAMBIO.
Dal punto di vista fisico, questo centro è identificato con il cuore e il sistema circolatorio, i polmoni e l’apparato respiratorio, il sistema immunitario, le braccia e le mani. La ghiandola endocrine cui è collegato è il timo.
Quando questo chakra è squilibrato, può causare attacchi cardiaci, ulcere gastriche, una vita emotiva infelice, amarezza e risentimento. 

V° CHAKRA DELLA GOLA - VISHUDDHA  
è a metà tra le due clavicole.
Questo chakra è il CENTO CREATIVO in particolare della parola. È collegato agli organi riproduttivi femminili perché, dopo la menopausa, le energie creative del chakra sacrale sono tramutate nelle più elevate energie creative del centro della gola.
Quando questo chakra  funziona bene, conferisce il dono della telepatia e la conoscenza del passato, del presente e del futuro. Rappresenta anche il ponte fra regno fisico e quello spirituale.
Lo squilibrio di questo centro può causare asma, vertigini, allergie, anemia, stanchezza, laringite, mal di gola e problemi mestruali. Si può verificare anche una tendenza a problemi dermatologici e respiratori. 

VI° CHAKRA DELLA FRONTE - AJNA  
è posto al centro dell’arco sopraccigliare.
Questo chakra viene chiamato anche il TERZO OCCHIO. Se risvegliato, dà il dono della telepatia e della perspicacia.
Dal punto di vista fisico il chakra della fronte è collegato con occhi, naso, orecchie e cervello. La sua ghiandola endocrine è l’ipofisi.
L’instabilità di questo centro causa stanchezza, irritabilità, confusione e mancanza di elasticità mentale. Lo squilibrio può portare a disturbi ai seni, stress, neurite ed emicrania 

VII° CHAKRA DELLA CORONA - SAHASRARA
  è situato proprio sopra la testa.
Quando questo centro è in pieno equilibrio, la spiritualità è concepita in modo molto personale, cioè distaccata da qualsiasi dogma.
Il risveglio prematuro, per esempio con l’uso di droghe, può sfociare in epilessia, coma e disadattamento psichico.

venerdì 11 gennaio 2013

I CODICI DALLA NASCITA

 SEMINARIO INTRODUTTIVO SULLA RIFLESSOLOGIA PLANTARE: 
SABATO 19 GENNAIO 2013
ALLE ORE10:00 A UDINE, IN VIA POSCOLLE 36/B
ENTRATA LIBERA E GRATUITA.
POTETE CONFERMARE LA VOSTRA PRESENZA, scrivendoci qui:
associazioneararajuba@gmail.com, telefonare allo 0432.1793327
Prenotazione presso Emporio Brasil o Facebook della Associazione
UN CARO SALUTO
Anna Maria Stachurska

Durante il seminario capiremmo il significato dei CODICI; una forma caratteriale dalla nascita, rilevata dal piede. Studi approfonditi hanno stabilito che esistono sul nostro corpo punti particolari, detti “riflessi”, sui quali si manifestano esteriormente carenze o difetti che si originano all’interno del nostro corpo. In altre parole, ogni alterazione metabolica, ogni squilibrio funzionale si manifesta con un mutamento della tensione. È stato scientificamente stabilito che dagli organi interni partono linee nervose di riflesso che arrivano alla superficie corporea, “mostrandoci” carenze energetiche non solo fisiche (gli organi interni) ma, sopratutto, il nostro stato emotivo del momento.
Con il massaggio ai piedi possiamo sopperire in parte alla carenza di stimoli naturali aumentando la circolazione e, conseguentemente, diminuendo le tensioni del sistema nervoso e la nostra ENERGIA VITALE aumenta! La Riflessologia Plantare non è solo intervento diretto ma anche interpretazione dettagliata per dare indicazioni.

lunedì 24 dicembre 2012

SEMINARIO INTRODUTTIVO SULLA RIFLESSOLOGIA PLANTARE

IL GIORNO 19/01/2013 (SABBATO) ALLE ORE 10:00, TERRO A UDINE SEMINARIO INTRODUTTIVO SULLA RIFLESSOLOGIA PLANTARE.
l'EVENTO SI  SVOLGERÀ PRESSO PRESSO L’ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ARARAJUBA IN VIA POSCOLLEE 36/B
ENTRATA È LIBERA E GRATUITA

POTETE CONFERMARE LA VOSTRA PRESENZA, scrivendoci qui:
associazioneararajuba@gmail.com
o telefonare allo 0432.1793327

UN CARO SALUTO
Anna Maria Stachurska

domenica 18 novembre 2012

METATRON e il film: “OLTRE LA VITA”

  METATRON è il capo degli Akashic e il segretario di Dio.
Nella grotta Akashica tutti i nostri pensieri  e le nostre azioni;  vengono registrati sul uno schermo molto sensibile, costituito dall’essenza mentale. I nostri atteggiamenti creano continuamente il flusso di esperienze che caratterizzano la nostra Vita e il nostro futuro.
Non è sufficiente cercare semplicemente di pensare con serenità; l’obbiettivo è, infatti, liberare la mente delle false concezioni, in modo che possa recepire la verità. SIETE NATI PER RENDERE MANIFESTA LA VOSTRA VERSIONE PECULIARE DI DIO. MA PRIMA CHE IMPARIATE A ENTRARE IN CONTATTO CON LA VOSTRA VERITA’, OPERATE CON LA MENTE SUPERFICIALE, INFLUENZATI DALLE REAZIONI AUTOMATICHE. AGITE IN BASE AI SENTMENTI, ALLE CONDIZIONI AMBIENTALI, ALLE SENSAZIONI CORPOREE, AL BAGAGLIO CULTURALE E AI PREGIUDIZI. A MANO A MANO CHE IMPARATE A VIVERE AD UN LIVELLO SUPERIORE, L’IO ETERNO PERMEA LA VOSTRA COSCIENZA, CERCANDO DI RIUNIRE AMORE E LIBERTA’.
I pensieri più reconditi creano la realtà esterna in cui vivete mediante ATTRAZIONE MAGNETICA. I pensieri ispirati dall’Amore per voi stessi e dal benessere consentono una vita positiva. I GIUDIZI, INVECE, VI SEPARANO DAGLI ALTRI, LA RABBIA ATTRAE LE PERSONE SCONVOLTE, L’AUTOCOMMISERAZIONE E LA VENDICATIVITA’, PROVOCANO MALATTIA. Ciò che vi dite influenza la vostra Vita; ricercate la causa dei pensieri negativi, osservate gli effetti sulla vostra Vita ed eliminateli. 

Tratto dal libro di Kimberly Marooney “Sotto le Ali degli Angeli”

mercoledì 31 ottobre 2012

Ariel - L’ESSENZA ANGELICA E’ L’ESSERE, L’ESSENZA ATOMICA E’ IL FARE

“Ogni cosa visibile di questo Mondo 
è  in mano a un Angelo” Sant’Agostino
    Gli Angeli compiono un’ascesa che è parallela a quella degli uomini:c’è, in sostanza, una certa complementarietà. La Loro essenza, espansiva è naturalmente in armonia con il Cosmo, cerca di diventare maggiormente consapevole della forma che la racchiude; l’essenza dei minerali, delle piante, degli animali e dell’uomo, costituita da atomi, è limitata alla forma e ricerca una maggiore consapevolezza. La consapevolezza angelica racchiude il modello della perfezione: la materia armonica riempie tale modello a dà origine alla forma. La divinità di un cespuglio sa come la pianta maturerà e fiorirà e favorirà la manifestazione delle sue variazioni, esattamente come l’Angelo Custode, conoscendo la nostra matrice ideale, vi aiuta a manifestare “la perfezione”. 
L’ESSENZA ANGELICA E’ L’ESSERE, L’ESSENZA ATOMICA E’ IL FARE. NOI CERCHIAMO, QUINDI, DI TRASFORMARCI DA UOMINI CHE FANNO A UOMINI CHE SONO”
 Tratto dal libro di Kimberly Marooney “Sotto le Ali degli Angeli”

domenica 7 ottobre 2012

ANAEL E’ L’ANGELO DI VENERE, STELLA DELL’AMORE - la sessualità

 Tratto dal libro di Kimberly Marooney “Sotto le Ali degli Angeli”

 "ANAEL è l’Angelo della sessualità e fa parte dell’ordine Angelico: GLI ANGELI DELLA LUCE DORATA.  Il suo invito ad aprire tutti i cancelli vi esorta a schiudere tutti i chakra, permettendo così all’energia dell’Eterno di penetrare il vostro corpo. L’energia sessuale e quella spirituale provengono dalla stessa Fonte; invitate Anael a guidarvi lungo il cammino, finché la passione non diventi un legame intenso e spirituale che unisca l’Amore per Voi stessi e per il Vostro partner con quello per Dio. 
 L’energia sessuale è una forza potente e creativa, finalizzata ad aumentare la LUCEA in ogni uno di noi. I sentimenti predominanti di colpa, rabbia e paura vengono spesso potenziati quando si  fa del sesso senza Amore e senza la connessione con la Fonte. Durante l’atto sessuale il vostro campo energetico si apre; l’energia sessuale è magnetica e, quindi, attrae energia simile, ovvero partner che rafforzano le Vostre caratteristiche. I vostri sentimenti si fondono con quelli del Vostro compagno. Se vi sentite colpevoli lui/lei riceve da voi  un senso di colpa; se rivive la sofferenza di un’esperienza passata, voi ricevete dolore. La paura, la rabbia, la vergogna e l’Amore sono tutti mescolati nei Vostri Animi.
Quando emerge la paura generata da violenze subite in passato, cessate di negarla e riconoscetela. In presenza dell’Amore, rendete onore a tutti i sentimenti, reclamando la vostra energia. Vi sentite in colpa per quando riguarda la vostra sessualità? Reprimete la passione per paura di non essere all’altezza? Vi vergognate dei comportamenti passati? La chiave è DIVENTARE CONSAPEVOLI DEL MODO IN CUI VERAMENTE PERCEPITE SENTIMENTI E SENSAZIONI.
Mentre Vi pulite del passato, sarete spontanei e naturali nei confronti della vostra energia sessuale. Lasciate che essa vi dica come desidera essere espressa.
Ripristinate la santità del sesso invitando l’Eterno a partecipare all’atto d’Amore; poi grazie all’energia della presenza Divina e dell’Amore, verrete colmati di un’intensità che Vi manterrà in stato d’estasi, guarendo il vostro Cuore spezzato, mentre i chakra vengono attivati, equilibrati e permeati dall’essenza dell’Amore.
“ Se una persona cerca Dio, il suo Amato lo cerca ancor più … e il desiderio di Dio è la preparazione all’unione con Lui”
 San Giovani della Croce

martedì 12 giugno 2012

ANANCHEL L’Angelo della GRAZIA


Ananchel significa “Grazia di Dio”. Per ricevere la grazia, aprite il vostro Cuore. Gli Angeli vogliono il vostro amore e il vostro abbandono totale. In cambio, riceverete un Amore che va oltre ogni immaginazione. Basterà che proviate per un attimo le sensazioni del loro abbraccio per capire di essere arrivati a Casa; smetterete di lottare e vi abbandonerete, desiderosi di avere di più. La grazia può giungervi inattesa in diversi momenti: dura pochi istanti o alcuni giorni e, quindi svanisce di nuovo. Il suo scopo è, comunque, risvegliare il ricordo di Casa e stimolarvi a proseguire il cammino. Gli Angeli e I’Io Eterno cercano sempre di darvi l’aiuto di cui avete bisogno, ma non possono entrare in un cuore chiuso. Lo stato di Grazia permette Loro di colmarvi d’Amore, di ispirazioni, di saggezza e d’estasi. La colpa provoca la chiusura del Cuore, impedendovi di svelare la vostra identità vera. Quando non vi sentite sicuri ad esprimere i vostri sentimenti, questi si accumulano fino a sovraccaricarvi e voi non riuscite a provare più nulla. Il senso di colpa vi domina e vi tormenta costantemente, privandovi sempre più della vostra energia. Tale condizione vi pare, in ogni caso, meglio che niente e, in tal modo, vi dimenticate della grandezza della verità. La colpa non è COSCIENZA, ma presenza di CONFLITTI EMOZIONALI che bloccano il vostro flusso energetico. Esprimere i sentimenti aumenta la capacità di vibrare e di ricevere. LA COLPA SI MASCHERA DIETRO VARI COMPORTAMENTI CHE PORTANO, AD ESEMPIO, A INCOLPARE GLI ALTRI OPPURE A SENTIRSI INADATTI O MALFATTI O, COLPISCE IL CORPO, DI SOLITO NELLA REGIONE DEL COLLO E DEL CAPO, DOPO LA MANIFESTAZIONE DI DETERMINATI SENTIMENTI. Impegnativi a riconoscere e a comunicare i vostri veri sentimenti, di qualsiasi natura siano: ESSI SONO IL DONO DELLA GUIDA DIVINA E VI INDICANO CIO’ CHE E’ GIUSTO PER VOI E CIO’ CHE NON LO E’. La Luce e l’Amore prenderanno il posto della colpa e il vostro Cuore si aprirà per ricevere la Grazia Meravigliosa di Ananchel.
Tratto dal libro di Kimberly Marooney “Sotto le Ali degli Angeli”